Linux
Ricerca & Sviluppo
slogo2.gif (5059 byte) Visita il sito di uno dei partecipanti a questa iniziativa!

Sito aggiornato il 09 gennaio 2001 alle ore 08.00

... e il lupo mangiò tutti i bit (Nuvoli Massimo 5/1/2001)
versione 1.1del 9/1/2001
per commenti e suggerimenti massimo@nuvoli.to.it.

In questi giorni ho vissuto un esperienza credo unica.

Mi sono trovato coinvolto in una operazione di recupero degna di un film d'azione. Il problema è che non si trattava di salvare una vita, bensì di andare a recuperare delle informazioni su un disco di un server.... possibile che sia così complicato?

Partiamo dal principio: Una tenera bimba di nome cappuccetto rosso non molto tempo fa decise di aprire una piccola attività “cestini&cestini” producendo, cosa incredibile, cestini...

Un giorno il lupo andò da cappuccetto rosso e le disse: “sai vedo che sei poco organizzata, se ti interessa posso darti qualcosa che ti fa lavorare meglio...” Cappuccetto rosso, bimba notoriamente inesperta, vedendo che l'offerta del lupo è allettante accetta con piacere.

Dopo un po' di tempo il lupo ritornò da cappuccetto rosso e le disse ancora: “ho trovato un'altra cosa che ti fa lavorare ancora meglio...” Cappuccetto rosso, vedendo che tutto inizia a costare caro, ci pensa su ma vedendo qualche risultato accetta anche questa volta.

Passato un po' di tempo il lupo torna da cappuccetto rosso: “sono usciti degli aggiornamenti, se vuoi possiamo adeguare quello che già hai...” La bimba, non con pochi dubbi, riflette per una settimana dopodichè, visti notevoli risultati positivi, accetta di andare avanti.

Venne il giorno in cui il sistema di cappuccetto rosso si fermò.... il lupo interpellato in merito disse “beh io ti ho dato gli strumenti, se tu non li usi bene sono solo problemi tuoi”... Cappuccetto rosso in quel momento si rende conto che il lupo vuole qualcosa in cambio, e dopo aver contrattato cede una bella porzione di denaro....

La scena si ripete poche volte, ma il denaro speso inizia ad essere tanto, e cappuccetto rosso inizia a pensare che sia un po' colpa del lupo, tanto da andare in giro a cercare un altro 'esperto'. Trovato un simpatico orso in grado di fare le stesse cose del lupo, cappuccetto rosso scopre molte cose interessanti: intanto il lupo non ha proposto delle soluzioni adatte, bensì cose molto più costose e grandi del necessario, che tra le altre cose richiedono una presenza costante di qualcuno in grado di mantenerle.

L'orso individuate le reali esigenze di cappuccetto rosso e analizzata la situazione accetta l'incarico. Appena sollevato dall'incarico il lupo, per qualche arcano motivo, il sistema di cappuccetto rosso si ferma, interpellato l'orso ci si rende conto che la situazione è molto grave e si rischia di perdere ogni cosa. La tenera bimba allora decide di interpellare ancora una volta il lupo, ma questo essendo stato sollevato dall'incarico si rifiuta di collaborare....

Alcuni amici dell'orso intervengono in soccorso a cappuccetto rosso e con non poche difficoltà riescono a ripristinare ogni cosa. Nel risolvere i problemi ci si accorge, per puro caso, che molti difetti sono emersi in condizioni 'dubbie' con una rapidità e una sequenzialità diciamo sospette.

Ovvio cappuccetto rosso è una tenera bimba e il suo lavoro non ne ha risentito molto, però ora il pensiero è rivolto a tutti i dubbi espressi quando il lupo introduceva tutti i suoi stupendi automatismi. Il merito va all'orso e ai suoi amici, altrimenti cappuccetto rosso ora sarebbe in rovina...

Qual'è la morale?

Spesso abbiamo la tendenza ad accettare compromessi, ad esempio accettiamo che una qualsiasi macchina si blocchi, o una limitazione di una funzione della stessa, perchè “non è possibile fare altrimenti”. E se c'è qualcuno che è esperto e può fare funzionare la macchina, ci si affida a lui, ma il problema non è assolutamente risolto, la macchina DEVE funzionare, e deve essere accessibile in modo 'trasparente' e non solo da UN esperto.

La tecnologia, in genere, è molto utile alle attività produttive, ma non è la soluzione di tutti i problemi, tende spesso a crearne altri molto meno prevedibili. La favola di cappuccetto rosso potrebbe essere un azienda che per un server bloccato resta ferma qualche giorno, significa persone che non possono lavorare, significa rimetterci del denaro, non è una cosa da poco. Questa storia potrebbe diventare un apparecchiatura di un ospedale, oppure un sistema che guida un aereoplano, o il cambio di un automobile, o una bistecca, o il proiettile di un arma...

Esiste una soluzione? Certamente si... tutti devono capire a fondo che cosa stanno facendo ed agire in modo da non avere i problemi di cappuccetto rosso.

In ogni campo, non solo nell'informatica, esiste una affannosa ricerca dei fornitori che tende a vincolare i clienti, con metodi che nella maggioranza dei casi sono ai limiti della legalità. Ognuno di noi quindi deve cercare di utilizzare quei fornitori che non impongono vincoli, e se ci si rende conto di averli, bisogna assolutamente lavorare per eliminarli. I fornitori dovrebbero farsi valere per le capacità, la professionalità e la qualità di ciò che viene fornito, non per quanto sono bravi a legarsi ai propri clienti per poi sbandierare di averli.

Non si tratta di un idea astratta, perchè ci sono esempi reali funzionanti che dimostrano che è possibile evitare comportamenti scorretti, come esistono chiari ed evidenti esempi di cosa significa essere 'presi in giro' da un fornitore, non importa se si parla di software, di automobili, di alimenti o altro....

La morale comunque è sempre la stessa: alla fine il Lupo mangia tutti i bit e se non fai attenzione si mangia anche te.

Massimo Nuvoli

per commenti e suggerimenti massimo@nuvoli.to.it.

Accessi a questa pagina (con interni ) ultima modifica 09-01-2001 08:00